sabato 5 novembre 2016


Posted: 21 May 2016 07:30 PM PDT

(Opera di Virginia Di Giorgio - Virgola)

Ogni volta che cresci perdi qualcosa. Perdi quello a cui ti stai aggrappando per sentirti al sicuro. Perdi abitudini che ti tranquillizzano, perdi familiarità.

James Hillman

dal Blog - Una citazione al giorno
Giuda Iscariota di Francesco Fracanzano


Così l'umanità è ancora qui, a penare tra dolore di vivere e angoscia di morire, ma Tu sei chiamato Agnello di Dio, Redentore, Salvatore, mentre io porto un nome che vuol dire tradimento. Nella nostra vicenda, dove i manichei di tutti i tempi hanno trovato conforto, Tu sei la luce e io sono la tenebra: abbiamo confortato innumerevoli crudeltà e ingiustizie. Non è possibile che la tenebra sia soltanto tenebra — né forse la luce soltanto luce — ma siccome gli uomini sembra non possano fare a meno di crudeltà e ingiustizie, io continuo ad essere la tenebra: colui che tradì, che lo consegnò ai suoi nemici, intorno al quale non si sprecano molte parole.
Giuseppe Berto - La gloria - pag.34


domenica 30 ottobre 2016


Per raggiungere il porto si deve navigare.
Navigare, non gettare l'ancora.
Navigare, non andare alla deriva
F. D. Roosvelt
Sgombero di Ventimiglia

Esiste nell'aiutare gli altri
una vaga passione omicida
che è difficile contenere
in un sentimento meno sanguinario,
Fleur Jaeggy


 Il Centro d'accoglienza Di Roma Baobab............ Sgomberato.

Verità, saggezza e conoscenza
sono come il tronco di un baobab:
le braccia di una sola persona
non sono in grado di stringerle insieme

Proverbio Akan - Sudan

Bruce Chatwin

La riflessione dev'essere mobile, nomade, 
avventurarsi oltre se stessa 
e soltanto così si dimostra feconda, 
perchè il pensiero, ogni pensiero, 
nel momento in cui si radica 
tradisce se stesso, si disattiva.

Francois Jullien - Essere o Vivere

martedì 4 ottobre 2016

'Vento' di Casoli


Mi stupisce sempre, dopo una lite in famiglia, scoprire come il mondo fuori della porta di casa sia rimasto esattamente lo stesso. Mentre le passioni e i sentimenti che si accumulano come gas nocivi dentro una casa paiono condensarsi e appiccicarsi alle pareti e al soffitto, il mondo esterno è tutto un altro paio di maniche. Il paesaggio non sembra uno scenario sul quale possano accumularsi le radiazioni umane. Forse il vento spazza via la rabbia.
Alan Bradley - Arinche rosse senza mostarda - pag.221-222