venerdì 30 gennaio 2015

foto di Mauro Camerani


La stanza di rabbi Hafez Chaim aveva solo un tavolo e una panca. “Dove sono i tuoi mobili?” Gli domandò un visitatore. “E i tuoi dove sono?” replicò il rabbi. “Ma io sono di passaggio.” Obbiettò il visitatore. “Anch’io.” Concluse il maestro

Nessun commento: